QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI "COOKIE": VUOI SAPERNE DI PIU'? 
cerca
Cerca il tuo rifugio:
Cerca

Cerca per gruppo montuoso
ricerca dettagliata
Login
 Username

 Password
Registrati Perso password?
Cai lugo Fondazione Cassa di Risparmio Lugo
cai lugo
rifugio

Enrico FALCK

rifugio

I nostri servizi:

stufa

m. 2005
Gruppo Cima de' Piazzi
Ubicazione Passo Verva
Comune Grosio
Provincia Sondrio
Proprietà CAI Dervio (CO) n. 02/86463516
Telefono mancante
Gestore 0342/845542
Posti 28
Loc. invernale SI
Apertura estiva
Note chiavi c/o CAI Tirano, inf. al n. 0342/701876
Categoria C
Modificato 04-07-1999


Accessi e itinerari
a cura di Giovanni Peretti


Accesso dal Rifugio Eita, con comodo sentiero, sempre in direzione nord per circa 2 Km di sviluppo (ore 0.45, T);
da Arnoga, in Valdidentro, lungo la Val Vèrva e, in direzione sud, verso Eita, a circa 3 Km dal Passo di Vèrva (m 2301). Dislivello m 450, ore 4-4.30, E
Traversate Val Vèrva - Val Campaccio. Attraversato su di un ponticello l'impetuoso torrente chiamato Ruasch de Verba, ci si porta sulla comoda mulattiera che, in derezione nord, conduce al Passo di Verva (m 2301) passando per la località "i croti", caratteristico pascolo pianeggiante con ricoveri per i pastori ricavati sotto grossi massi ed aggetti rocciosi. Oltrepassanto il valico si risale sulla destra per pascoli e cenge erbose, aggirando il M. Maurignino e puntando in direzione del Corno di Sinigaglia, e si raggiunge un' ampia e regolare conca posta a quota 2600 m circa e coperta da abbondanti morene. Verso est si eleva la frastagliata cresta che dal P. Campàccio raggiunge la cima Piazzi (Pas del sàsc de li torta - m 3022), che per gande non sempre agevoli e detriti si deve raggiungere. Dal passo, superata una ripida placca ( tra l'altro evitabile), ci si abbassa in Val Campàcc sino a raggiungere il bel bacino lacustre che da essa prende il nome. Dal lago, un sentiero che discende alla destra del torrente (detto Rin de Masaniga) conduce alla localita' di Campaciol (m 2104). Nel bosco, il sentiero che discende alla destra per Campèl, quindi raggiungere il nucleo, abitato anche d' inverno, di Mónt, dal quale si discende lungo la strada o per scorciatoie a S. maria in Valdisotto, con ampie ed inusuali vedute sulla conca di Bormio


Carta I.G.M. 1:25000 F.8 II SO Valle Grosina (non segnato)<BR>
Carta Naz. Svizzera 1:50000 n. 269 Berninpass ( consigliabile)<BR>
Carta Turistica del Comune di Grosio 1:25000, c/o Pro Loco (indispensabile)


Bibliografia G. PERETTI "Rifugi alpini, bivacchi e itinerari scelti: Bormiese-Val di Fraele-Parco dello Stelvio-Livigno-Val Viola-Valli Grosine-Aprica" - 1992 - Alpina Editrice, Via Don Bertola 6, 23032 Bormio (SO), fax 0342/911432 - L. 12000
Cartografia Carta I.G.M. 1:25000 F.8 II SO Valle Grosina (non segnato)
Carta Naz. Svizzera 1:50000 n. 269 Berninpass ( consigliabile)
Carta Turistica del Comune di Grosio 1:25000, c/o Pro Loco (indispensabile)


rifugi e bivacchi