QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI "COOKIE": VUOI SAPERNE DI PIU'? 
cerca
Cerca il tuo rifugio:
Cerca

Cerca per gruppo montuoso
ricerca dettagliata
Login
 Username

 Password
Registrati Perso password?
Cai lugo Fondazione Cassa di Risparmio Lugo
cai lugo
rifugio

Carlo FRANCHETTI

rifugio

I nostri servizi:

acqua nei pressi coperte apertura su richiesta
PRENOTA ON LINE

m. 2433
Gruppo Gran Sasso d'Italia
Ubicazione Vallone delle Cornacchie
Comune Pietracamela
Provincia Teramo
Proprietà CAI Roma, Via Galvani 10, 00153 Roma, tel. 06/57287143, fax 06/5747607, E-mail cairoma@tiscalinet.it
Telefono *0861/959634
Gestore Luca Mazzoleni, Via Luigi Bertelli 5, 00141 Roma, tel. 06/8270047 (+fax), E-mail: lucamazzoleni@rifugiofranchetti.it
Posti 22
Loc. invernale SI
Apertura estiva, fine settimana e festivi su richiesta
Note disponibili per emergenza altri 6 posti con materassi sul tavolato in sala da pranzo, acqua dal ghiacciaio del Calderone, energia elettrica fornita da impianto fotovoltaico, acqua calda e doccia mancanti.
Nel vano antiporta del Rifugio è stato attrezzato un piccolo locale per il ricovero di emergenza durante il periodo di chiusura del rifugio. Vi si trova una piccola dotazione di viveri di prima necessità, fornello, coperte ed un telefono esterno attivo per sole chiamate di soccorso
Categoria C
Modificato 25-08-2004


Accessi e itinerari


Ubicazione è situato in bellissima posizione nel cuore del Parco Nazionale del Gran Sasso. Edificato sul finire degli anni ?50 dalla sezione romana del C.A.I. è stato inaugurato nel 1960. Costruito interamente in pietra calcarea e rivestito in legno sorge a 2433 m. di quota su uno sperone roccioso, al centro del Vallone delle Cornacchie. Stretto tra le pareti del Corno Grande e del Corno Piccolo offre un magnifico panorama sulle dolci colline dell?Abruzzo teramano fino al vicino mare Adriatico. Il Rifugio Franchetti con le sue ridotte dimensioni mantiene lo spirito originario del rifugio di una volta, con un contatto diretto tra i frequentatori e chi vi vive e lavora
Accesso L?accesso più rapido al rifugio è da Prati di Tivo utilizzando la seggiovia fino alla Madonnina m. 2015 circa. Da qui 1 ora di facile e panoramico sentiero conduce al Franchetti;
dalla Madonnina si può anche salire per la ferrata Pier Paolo Ventricini che aggira il versante nord del Corno Piccolo, ne scavalca le Spalle e attraverso la Sella dei Due Corni si affaccia dall?alto sul Vallone delle Cornacchie; di qui in pochi minuti si scende al Rifugio;
dall?Albergo di Campo Imperatore si può traversare per la Sella di Monte Aquila, la Sella del Brecciaio ed il Passo del Cannone (ore 2.30-3, EE).
In inverno con neve e ghiaccio l?accesso al Rifugio è impegnativo e faticoso, consigliabile solo ad alpinisti esperti e convenientemente attrezzati.
Escursioni in 40 minuti di sentiero si raggiunge il piccolo Ghiacciaio del Calderone, ultimo modesto residuo di antiche ere glaciali
ascensioni il Rifugio è un importante punto di appoggio per le vie normali e le ferrate che salgono ai "Due Corni". Costituisce anche una una ottima base per le vie di roccia del Corno Piccolo (in particolare sulla parete est ed sulle Fiamme di Pietra) ed del Corno Grande con le impegnative vie sul severo "Paretone" della Vetta Orientale, o per bellissime classiche di media difficoltà, come la Traversata delle Tre Vette.
Numerosi itinerari salgono con facili sentieri, vie ferrate o vie alpinistiche di varia difficoltà le cime che al Vallone delle Cornacchie fanno corona. Prima tra tutte la Vetta Occidentale del Corno Grande m.2912, la più alta e la più facile, poi la Vetta Orientale m.2903, un poco più difficile ma con un panorama fantastico, quindi la difficile Vetta Centrale m. 2893. Infine ma non ultimo il Corno Piccolo con le sue pareti solcate da un?abbondanza di vie d?arrampicata di ogni difficoltà



Link http://www.rifugiofranchetti.it


rifugi e bivacchi