QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI "COOKIE": VUOI SAPERNE DI PIU'? 
cerca
Cerca il tuo rifugio:
Cerca

Cerca per gruppo montuoso
ricerca dettagliata
Login
 Username

 Password
Registrati Perso password?
Cai lugo Fondazione Cassa di Risparmio Lugo
cai lugo
albergo

BONETTA

rifugio

I nostri servizi:

apertura su richiesta accessoauto

m. 2618
Gruppo
Provincia Brescia
Proprietà 0342/945793
Telefono 0364/91806
Apertura estiva e fine settimana estivi
Note a richiesta apertura primaverile
Modificato 30-09-1999


Accessi e itinerari
a cura di Giovanni Peretti


Ubicazione a fianco della strada (Strada Statale 300) che collega S. Caterina Valfurva (SO) a Ponte di Legno (BS)
Sci alpinismo M. San Matteo (m 3678). Ci si porta in direzione del vecchio Rifugio Gavia (m 2541) mantenendosi il pi¨ in quota possibile sulla sponda destra idrografica della valle del Gavia stessa in direzione degli arrotondati dossi settentrionali della Punta della Sforzellina, sovrastanti il cosidetto PlÓn BormÝn, ed entrando cosý nella Valle Doseg¨ circa alla quota di 2360 metri s.l.m.. Si percorre questa valle, perdendo un poco di dislivello, in direzione est verso la sua testata. Non sempre agevolmente, si oltrepassa l'impetuoso torrente alimentato dai circhi glaciali situati nell'arco di cresta che va dalla Punta della Sforzellina al Pizzo TresÚro e, spesso su cono di valanga, si punta verso il ripido pendýo sottostante il ramo pi¨ avanzato della Vedretta di Doseg¨. Risalitolo, sempre puntando in direzione N-E verso la cima del S. Matteo, ci si trova la via attraverso il ghiacciaio, dapprima superando alcune vallette poi contornando delle seraccate, generalmente tenendosi piuttosto a destra verso la costiera rocciosa che dal Pizzo di Vallumbrina si ricongiunge allo stesso San Matteo. Raggiunti i pianori superiori della Vedretta di Doseg¨, ed attraversatili, un ultimo pendio abbastanza ripido conduce in leggera traversata ad una larga sella (m 3550). Abbandonati gli sci, si risale lungo la bella cresta nord-ovest, che presenta pendenze massime di 45░, e sui cui tratti iniziali bisogna porre attenzione alle grosse cornici di neve che incombono verso nord. Un ultimo ripido, ma breve, versante ghiacciato conduce in vetta. Il ritorno avviene lungo la stessa via di salita, oppure lungo la via di salita dal Rifugio Branca (ore 3-4, BSA)


Carta I.G.M. 1:25.000 F.9 IlI SO S. Caterina Valfurva


Bibliografia G. PERETTI "Rifugi alpini, bivacchi e itinerari scelti: Valfurva - Ortles-Cevedale - Parco Nazionale dello Stelvio" - 1992 - Alpina Editrice, Via Don Bertola 6, 23032 Bormio (SO), fax 0342/911432 - L. 12000
Cartografia Carta I.G.M. 1:25.000 F.9 IlI SO S. Caterina Valfurva


rifugi e bivacchi